Contatti

Tel: 071202881
E-mail: studio@giorgiorappelli.it

Dal dentista in gravidanza,

ci sono controindicazioni?

Sottoporsi all’anestesia dal dentista in gravidanza è pericoloso? Questa è senza dubbio una delle domande che spesso si pongono le future mamme, specialmente dal momento che proprio durante il periodo della gravidanza possono presentarsi non pochi problemi ai denti, problemi che possono comportare una buona dose di dolore e fastidi. Tutte le future mamme lo sanno benissimo: in gravidanza, specialmente nel corso del primo trimestre, non è possibile assumere dei farmaci (o perlomeno, bisogna farlo solo quando strettamente necessario e solo dopo aver chiesto il parere del medico). Lo stesso vale per l’anestesia dal dentista?

In realtà, sebbene valga la regola di non sottoporsi a trattamenti medici particolari durante il primo trimestre, bisogna sottolineare che l’anestesia del dentista in gravidanza non comporta particolari rischi per il feto.

Detto ciò, sarà comunque fondamentale informare il medico dentista in merito al fatto che aspettate un bambino. Se possibile, sarebbe meglio attendere di essere entrate nel secondo trimestre di gestazione prima di sottoporvi a operazioni particolari; durante questa fase infatti, sarà tranquillamente possibile eseguire estrazioni, cura delle carie, endodonzia, e così via. In linea generale possiamo comunque affermare che il tipo di anestesia locale utilizzata non comporta alcun problema, dal momento che il principio attivo non arriva al bambino.

E’ inoltre fondamentale per la futura mamma farsi assistere dal punto di vista dell’ igiene orale dall’ odontoiatra durante la gravidanza. In questo periodo infatti le gengive della donna sono più esposte al rischi d’ infiammazione a causa degli squilibri ormonali presenti, ed è perciò necessaria un’ azione di igiene orale professionale particolarmente attenta e mirata.