Contatti

Tel: 071202881
E-mail: studio@giorgiorappelli.it

La prima visita

Il primo approccio al paziente odontoiatrico consiste in un esame dettagliato e completo del sistema stomatognatico, includendo la raccolta della storia medica generale, di quella odontoiatrica e l’ esecuzione degli esami strumentali del caso.
Talvolta può risultare necessario eseguire radiografie, sondaggi parodontali, modelli diagnostici da montare in articolatore, analisi fotografica dei denti, del viso e del sorriso.
La finalità di questi esami dettagliati è formulare una diagnosi accurata dei problemi esistenti e quindi sviluppare un piano di trattamento razionale, individualizzato ed eventualmente studiare scelte alternative altrettanto valide, per la situazione specifica.

Il piano di trattamento

Il nostro lavoro si sviluppa poi su quattro livelli di intervento:
la prima è la fase è quella della prevenzione, personalizzata sulla base dei fattori di rischio.
La seconda consiste nella cura delle patologie eventualmente riscontrate.
Nei casi in cui vi sia la necessità di un ripristino della dentatura, nella terza fase si mettono in atto le terapie protesiche e ricostruttive.
Al termine delle terapie per ogni singolo paziente sarà sviluppato un programma individualizzato di igiene orale per il mantenimento a lungo termine dei risultati ottenuti.

Estetica

La grande esperienza maturata nel campo dei trattamenti estetici ci permette di scegliere la tecnica ed i materiali più adatti al caso da trattare.
Faccette estetiche, corone in ceramica integrale, sbiancamenti, nuovi polimeri estetici sono solo alcuni esempi delle tante soluzioni che potremo impiegare.

Implantologia

La perdita dei denti può essere risolta ricorrendo a restauri ancorati all’osso tramite una vite in titanio (impianti).
Con questa tecnica possiamo evitare le poco confortevoli protesi mobili ed offrire ai nostri pazienti protesi del tutto simili ai denti naturali.

Odontoiatria pediatrica

Accompagniamo i bambini durante la crescita assicurando una prevenzione personalizzata.
Facciamo in modo che si instauri un rapporto di fiducia tra il piccolo paziente e lo studio odontoiatrico.
I trattamenti consistono in sigillature dei solchi e/o applicazioni topiche di fluoro, la cura delle carie eventualmente riscontrate o dei traumi dentali.

Restaurativa

La ricostruzione conservativa dei denti cariati o fratturati, così come la sostituzione di vecchi restauri, avviene oggi con metodiche mini-invasive ed estetiche.

Urgenze

Per urgenze fuori dall’ orario di normale attività il numero di telefono 071 202881 è sempre a disposizione dei nostri pazienti, compreso nei fine settimana, nei periodi festivi e giorni in cui lo studio non esercita normale attività

Trattamenti

  • La prima visita
  • Il piano di trattamento
  • Estetica
  • Implantologia
  • Odontoiatria pediatrica
  • Restaurativa
  • Urgenze

Agenesia dentale,

cause e trattamenti

Per agenesia dentale ci si riferisce all’assenza di denti che non si sono formati in bocca. Non si tratta quindi di una malattia, bensì di un’anomalia del numero di denti, e può interessare sia denti da latte che definitivi tra incisivi, denti del giudizio o premolari. L’agenesia non provoca dolore, ma deve essere comunque trattata, poiché in base al numero di denti mancanti si possono riscontrare delle conseguenze sulla crescita alveolare e degli effetti negativi sull’estetica del sorriso.

Agenesia dentale infantile

Come già accennato, questa condizione può interessare sia i denti decidui – denti da latte – sia quelli permanenti. Tuttavia, è più comune nei denti permanenti. In questo caso, l’agenesia viene rilevata quando il bambino inizia a cambiare i denti o dopo un esame radiologico (ortopanoramica) per assicurarsi che non si tratti di un dente incluso, ossia un dente che non è spuntato e che non è visibile ma che si è formato ed è rimasto all’interno dell’osso alveolare.

 

Ora analizziamo perché alcune persone hanno dei denti mancanti, e quali sono le soluzioni e i trattamenti a questo problema...

Le cause 

 Ad oggi non si conoscono ancora le esatte origini delle agenesie, ma nella maggior parte dei casi sono dovute a: 
  • Fattori genetici o ereditarietàÈ una delle cause più frequenti. In effetti l’agenesia di un dente si può trasmettere di generazione in generazione. Se sei a conoscenza di questo rischio dovresti informare il tuo dentista già nel corso del primo consulto. 
  • Alcuni trattamenti mediciAlcuni trattamenti particolarmente intesi come la chemioterapia possono essere responsabili di questo problema, soprattutto se vengono effettuati durante lo sviluppo della dentizione.   
  • Disturbi che vanno a colpire il fetoAlcuni disturbi come una carenza di vitamina D, un’infezione o un forte trauma emotivo possono causare l’assenza della formazione del germe dentario nel feto.  
  • Evoluzione: l’agenesia dei denti del giudizio sta diventando sempre più comune ed è semplicemente dovuta all’evoluzione umana. Le nostre mascelle si sono rimpicciolite nel tempo e questo significa che abbiamo spazio per meno denti.

Quali sono i trattamenti disponibili?

Fino a quando il bambino non ha terminato lo sviluppo non può ricevere un impianto. Se il dente mancante è un premolare si cercherà di conservare il dente da latte il più a lungo possibile, in modo da mantenere lo spazio tra i denti e conservare l’osso. In questo modo terminata la crescita (circa18 anni) si potrà installare un impianto

Se il dente mancante è un incisivo occorre agire in modo diverso. In questo caso il dente da latte non può sostituire un dente definitivo poiché ha dimensioni e colore molto diversi, e occorre installare un ponte, in modo da conservare lo spazio che permetterà di fissare un impianto dentale una volta terminata la fase di sviluppo del bambino. 

Un’altra solzuione possibile è quella di applicare l’apparecchio ortodontco fisso con uno dei seguenti due obiettivi:

  • creare uno spazio sufficiente all’installazione di un impianto o di una protesi in una seconda fase,
  • avvicinare i denti per chiudere gli spazi.

Denti del giudizio

Il 25 % della popolazione presenta un’agenesia dei denti del giudizio. Non si tratta assolutamente di una condizione di cui preoccuparsi. Il dentista effettuerà una radiografia panoramica per accertarsi che effettivamente non siano presenti i denti del giudizio.

 

In conclusione, se ti accorgi che i denti da latte del tuo bambino non cadono, o se non vengono sostituiti dai denti definitivi, consulta il tuo dentista. Dopo aver esaminato la radiografia potrà consigliare il trattamento più giusto.

Alle persone in età adulta di solito viene consigliata l’installazione di un impianto dentale, alle volte dopo allineamento con terapia ortodontica fissa.


 

Urgenze

Per urgenze fuori dall'orario di normale attività chiamare il seguente numero di telefono

• 071 202881

Lo staff sarà sempre a disposizione dei nostri pazienti, compreso nei fine settimana, nei periodi festivi e giorni in cui lo studio non esercita normale attività.

Dal dentista in gravidanza,

ci sono controindicazioni?

Entra

I denti e la loro funzione:

qual la differenza tra incisivi, canini, premolari e molari?

Entra

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e potrai ricevere notizie riguardanti le nostre ultime attività